Blog: http://rosavalenti.ilcannocchiale.it

OFFESE AL DECORO E AL PRESTIGIO DELLA MAGISTRATURA: UNA SINTOMATOLOGIA SOLO ITALIANA?

Mi chiedo in quale paese europeo il primo ministro attacchi la magistratura?. Diceva Giuseppe Capograssi “Giudicare è un atto di giustizia” è come tale deve essere cioè garantire una tutela giurisdizionale a chiunque si presume leso di un diritto soggettivo o interesse legittimo. Non molto tempo fa la Corte di Cassazione ha precisato che “in tema di diffamazione a mezzo stampa, esula dalla scriminante del diritto di critica, politica o giornalistica, in quanto si risolve in un attacco morale alla persona, l'accusa, rivolta ad un magistrato del pubblico ministero, di asservimento della funzione giudiziaria ad interessi personali, partitici, politici, ideologici, o di strumentalizzazione della stessa per finalità estranee a quelle proprie, in ragione dei doveri istituzionali, all'operato del pubblico ministero.” (Corte di Cassazione Sezione F penale Sentenza 30.08.2006, n. 29453), pertanto sulla base della giurisprudenza attaccare un magistrato non costituisce una critica ma un reato eseguibile penalmente nella fattispecie la diffamazione.

Rosa Valenti


Pubblicato il 6/4/2010 alle 11.46 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web