.
Annunci online

Riflessioni giuridiche e politiche
Le modalità di reclutamento dei parlamentari con la nuova legge elettorale.
post pubblicato in Legge elettorale 2005, il 8 aprile 2008


 

L’attuale sistema elettorale ha determinato una crescente quantità di problemi che hanno riguardato: candidature plurime; scelta dei candidati e coalizioni con soglie basse.

La candidature plurime consistono nella possibilità per l’aspirante deputato di candidarsi in tutte le circoscrizioni ed avere così maggiori possibilità di vincita ma determina un problema questo deputato quale fetta d’Italia rappresenterà?,ergo quali cittadini rappresenterà?.

Per quanto riguarda la scelta dei candidati con la scomparsa dei collegi uninominali,il nuovo sistema elettorale permette il contenimento delle bocciature eccellenti visto che difficilmente un parlamentare uscente accetterebbe una candidatura in una posizione poco sicura,quindi viene collocato ai vertici della lista (nelle passate elezioni le bocciature eccellenti si sono attestate al 20%).

Con questo sistema gli “anziani della politica” si sono visti risparmiare la defaticante campagna elettorale.

Altro aspetto saliente è che nelle passate elezioni i partiti minori che non raggiungevano la soglia del 2% pur di avere un “posto al Sole” in Parlamento (altrimenti l’avrebbero sognato la notte) si sono coalizzati ossia hanno stretto alleanza con le grandi coalizioni sia di centro-sinistra che destra,e di conseguenza a passate elezioni ogni piccolo partito tirava la giacchetta al grande partito per ottenere seggi o incarichi governativi ( ministro,sottosegretario).

Attualmente trascorsa la brutta esperienza elettorale del 2006 il centro sinistra è più “preparato” a reagire ad una nuova sfida,infatti il PD correrà da solo evitando così che un grande partito stia in balìa del partito più piccolo.

Rosa Valenti


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. legge elettorale

permalink | inviato da rosa valenti il 8/4/2008 alle 19:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
La Legge elettorale del 2005 "Il Porcellum"
post pubblicato in Legge elettorale 2005, il 4 aprile 2008


 

Alla Camera si vota in 26 circoscrizioni plurinominali scegliendo fra liste di candidati,sono eletti i candidati in ordine di presentazione,non è possibile esprimere le preferenze (si parla infatti di liste bloccate);

i partiti si possono collegare in coalizioni,con l’indicazione del capo della coalizione;

i seggi sono attribuiti con metodo proporzionale,per l’attribuzione dei seggi sono previste tre soglie:

il 10% alle coalizioni;

il4% ai partiti non coalizzati;

il 2 % ai partiti coalizzati

alla coalizione che ha ottenuto più voti nel territorio nazionale si attribuiscono 340 seggi

12 deputati sono eletti con metodo proporzionale e possibilità di esprimere preferenze nella circoscrizione estero.

Al Senato si vota con circoscrizioni corrispondenti alle regioni scegliendo fra liste di candidati:

i seggi sono attribuiti con metodo proporzionale;

per l’attribuzione dei seggi sono previste tre soglie calcolate a livello regionale:

20% per le coalizioni;

8% per i partiti non coalizzati;

3% per i partiti coalizzati

Per ogni regione alla coalizione che ha ottenuto più voti si attribuisce il 55% di voti;

sono eletti i candidati in ordine di presentazione,non è possibile esprimere le preferenze;

6 senatori sono eletti con metodo proporzionale e possibilità di esprimere preferenze nella circoscrizione estero.

L’attuale sistema elettorale è un mix con una formula proporzionale e soglie di eleggibilità molto basse;si tratta di un sistema simile a quello approvato dal parlamento e poi bocciato dagli elettori nel 1953 ed abrogato l’anno successivo la cosiddetta "Legge truffa".

Il Porcellum determina una frammentazione politica che si evince dal premio di maggioranza al senato,infatti il senato viene eletto su base regionale; questo sistema misto si caratterizza dall’impossibilità per chi vince di potere avere una maggioranza vera e propria al senato.

 

 

Rosa Valenti


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. legge elettorale

permalink | inviato da rosa valenti il 4/4/2008 alle 10:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Analisi di alcuni aspetti del sistema proporzionale
post pubblicato in Legge elettorale 2005, il 28 febbraio 2008


 

L’attuale sistema elettorale è un proporzionale con lista bloccata e premio di maggioranza assegnato alla coalizione nella quale sono eletti i primi tre o quattro della lista.

Questo sistema elettorale denominato“ Porcellum” non ha prodotto gli effetti sperati ossia un sistema bipartitico,il problema è che con questa legge i partiti politici sono troppi, inoltre a questo si aggiunge che tra le varie problematiche,a mio parere,vi è un difetto di “legittimazione elettorale” in quanto l’elettorato attivo ossia il cittadino vota il simbolo perché ad esempio simpatizzante di un partito e quindi voterà il candidato più famoso della lista ma anche conseguentemente per persone che nella maggiore probabilità dei casi non ha mai visto e sentito, e sostanzialmente sulla base di scelte fatte a tavolino dalle segreterie di partito.

Il sistema proporzionale determina tra l’altro un risparmio di denaro in manifesti,infatti nelle nostre città non ci sono manifesti con il volto dei candidati ma semplicemente il logo del partito; per finire c’è un risparmio da parte dei partiti politici perché fino a poco tempo fa c’erano i funzionari di partito e che con l’attuale legge elettorale,la maggior parte di loro, vengono collocati in parlamento.

Bisogna dunque pensare ad alcune misure correttive e che mi auguro che il nuovo parlamento possa provvedervi al più presto.

Rosa Valenti




permalink | inviato da rosa valenti il 28/2/2008 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia febbraio       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv