.
Annunci online

Riflessioni giuridiche e politiche
Sullo scempio alla "Barcaccia" a Roma
post pubblicato in cultura e società, il 20 febbraio 2015



Condanniamo gli atti di danneggiamento posti in essere dal gruppo di Tifosi olandesi.
Ci aspettiamo oltre alla condanna degli stessi e un risarcimento danni, le scuse da parte delle Istituzioni olandesi.
Questi eventi accadono poiché é saputo e risaputo che in Italia c'é "lassismo" e che le pene in queste fattispecie sono irrisorie.
Ultima Chiosa" : se l'Italia e gli italiani hanno assistito allo scempio della Barcaccia senza poterlo evitare mi chiedo cosa succederebbe se vi fosse stato un attentato terroristico"
Dr. Rosa Valenti



permalink | inviato da rosa valenti il 20/2/2015 alle 21:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sulla mancata presenza degli esponenti della Lega alle celebrazioni del 150 anniversario dell’Unità d’ Italia.
post pubblicato in cultura e società, il 17 marzo 2011


Prima di addentrarci nella questione è utile premettere alcune considerazioni di carattere generale sull’art. 67 della Cost. secondo cui “ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione (…)”, interpretando tale norma emerge che il parlamentare a prescindere da qualsiasi partito dalle cui file è stato eletto rappresenta la Nazione ossia tutta l’Italia da Nord a Sud. Per Nazione si intende la lingua, la cultura, il territorio, gli usi, il sistema giuridico che caratterizza un determinato paese. Di conseguenza, il ripudio della bandiera  nonché dell’inno e di tutto ciò che riconduce alla nazione italiana integra il delitto di cui all’art. 291 c.p. secondo cui “chiunque pubblicamente vilipende la Nazione italiana è punito con la multa da euro 1.000 a euro 5.000” . Non recente giurisprudenza ha affermato che “ non è necessario che la manifestazione di vilipendio sia specifica e che essa sia indirizzata a determinate persone e cagioni in queste un certo turbamento spirituale; è sufficiente una manifestazione generica di vilipendio alla Nazione effettuata pubblicamente”(Cass.,11 ottobre 1954 n. 159). Per concludere, nessuno obbliga i membri della Lega a ricoprire cariche istituzionali e se non si sentono parte integrante di questo piccolo, grande Paese chiamato Italia, sarebbe opportuno ritirarsi a vita privata. E’ bene ricordare il politico latino della res publica romana Sallustio ( 86-35 a.C), il quale a seguito della sua condotta politica non integerrima, su consiglio di Cesare si ritirò a vita privata. Tuttavia, nonesistano i grandi statisti di un tempo!.

Rosa Valenti


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 150 anni unità d' italia

permalink | inviato da rosa valenti il 17/3/2011 alle 14:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
REALITY SHOW E SPETTACOLI OSCENI
post pubblicato in cultura e società, il 4 gennaio 2011


I realty show possono definirsi “spettacoli osceni”? , quando si integra tale fattispecie di delitto e quali sono gli elementi costitutivi?. L’art. 528 c.p.  definisce le pubblicazioni e gli spettacoli osceni come “Chiunque, allo scopo di farne commercio o distribuzione ovvero di esporli pubblicamente, fabbrica, introduce nel territorio dello Stato, acquista, detiene, esporta, ovvero mette in circolazione scritti, disegni, immagini od altri oggetti osceni di qualsiasi specie, è punito con la reclusione da tre mesi a tre anni e con la multa non inferiore a euro 103”, il numero 2 del predetto articolo prevede che la pena si applica a chi “dà pubblici spettacoli teatrali o cinematografici, ovvero audizioni o recitazioni pubbliche, che abbiano carattere di oscenità.”  Non recente giurisprudenza ha affermato che “ la capacità offensiva  dell’osceno è condizionata  dal contesto ambientale in cui è presentato; conseguentemente lo spettacolo osceno che si svolga con particolari modalità di riservatezza e di cautela in presenza di sole persone adulte non integra il reato in questione, ove il giudice di merito accerti, in relazione a dette modalità, che il comune senso del pudore non risulti offeso” (Cass., sez. III, 14 novembre 1997-10 gennaio 1998, n. 135). Orbene, in realty show dove i concorrenti manifestano amplessi amorosi, circolano privi in tutto o in parte di vestiario, presentano alterghi, urla, screzi, può ricondursi alla fattispecie di cui sopra?, la giurisprudenza non si è espressa in merito. Tuttavia, da una interpretazione estensiva di detta sentenza si evince che non integra il delitto di spettacoli osceni se il programma o spettacolo viene visto da un pubblico adulto. Ma ad un’analisi attenta, come si può preventivamente stabilire che un programma televisivo, e nella specie un realty, venga visto solo ed esclusivamente da un pubblico adulto?, potendo lo stesso essere visto anche da minori?. Secondo il parere di chi scrive il palinsesto nonché la struttura di tali trasmissioni andrebbe rivista in quanto determina un turbamento del comune senso del pudore da parte dei piccoli telespettatori, ma aggiungo, e non solo!.

Rosa Valenti

 



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. realty show

permalink | inviato da rosa valenti il 4/1/2011 alle 11:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Nuova riflessione
post pubblicato in cultura e società, il 18 dicembre 2008


" Ci vorrebbe una nuova manipulite, in modo che con un colpo di spugna possa spazzarsi via questa vecchia classe dirigente "

Rosa Valenti



permalink | inviato da rosa valenti il 18/12/2008 alle 14:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Che cos è il Thor?
post pubblicato in cultura e società, il 13 novembre 2008


  

E' diventato oramai annoso il problema dello smaltimento dei rifiuti. Ma il problema investe anche quei rifiuti che non sono stati differenziati e allora come risolvere il problema? Arriva il Thor (Total house waste recycling, riciclaggio completo dei rifiuti domestici) è un sistema di riciclaggio dei rifiuti "non differenziati" che, dai rifiuti urbani, produce in modo efficiente un combustibile industriale estremamente apprezzabile, con un costo di trattamento pari ad un terzo del costo di trattamento presso gli inceneritori e metà di quello delle discariche.

Il progetto THOR, nato in Italia dalla Società ASSING S.P.A di Roma a partire da una ricerca svolta dal CNR ISMN, ha permesso la realizzazione di impianti capaci di separare i rifiuti in materie prime utili e di escludere i materiali potenzialmente dannosi; da questo procedimento ne viene fuori un combustibile sterile ed esente da particelle dannose, utilizzabile sia da grandi utilizzatori industriali quali le centrali termiche ed elettriche e le cementerie, sia da utilizzatori locali, come gruppi di continuità e centrali a biomasse.
Le scorie del THOR sono recuperabili interamente, mentre i rifiuti che vengono trattati non necessitano della fase di stoccaggio in quanto possono essere trattati nel momento in cui arrivano all'impianto.

Il THOR si presta ad essere configurato come impianto mobile, trasportabile
nelle situazioni d'emergenza.

Il costo di gestione è estremamente limitato e la possibilità di ricavare frazioni metalliche rivendibili e un combustibile pregiato ne fanno una possibile alternativa agli impianti in commercio.
Attualmente l'esperienza THOR ha portato alla realizzazione di un accordo con la Buzzi Unicem SpA per la realizzazione di grandi impianti di produzione di combustibili puliti e rinnovabili per le cementerei.

Mi auguro che tutti gli amministratori al fine di sopperire all’emergenza rifiuti possono utilizzare questo tipo di impianto

La mia Proposta è la seguente:

ü Installazione in ogni provincia di un Impianto Thor;

ü Come conseguenza ne discende più occupazione nel territorio;

ü Ambiente più pulito;

ü La possibilità di ricavare dall’impianto frazioni metalliche rivendibili e un combustibile pregiato

 Rosa Valenti

Ringrazio la collaborazione del ricercatore del CNR dott. Paolo Plescia responsabile del progetto Thor.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti Thor

permalink | inviato da rosa valenti il 13/11/2008 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Riflessione II
post pubblicato in cultura e società, il 14 ottobre 2008


 

Non chiediamoci che cosa gli altri possono fare per il Paese ma ciò che noi possiamo fare per il nostro Paese.




permalink | inviato da rosa valenti il 14/10/2008 alle 17:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Politiche per lo sviluppo sostenibile.
post pubblicato in cultura e società, il 5 agosto 2008


 

La politica dovrebbe occuparsi più di tutela dell’ambiente e dell’ecosistema in modo da contribuire a rafforzare sistemi di energia alternativa.

Già nel 1987 si è cominciato a parlare di “sviluppo sostenibile”,tale modello mira a garantire alle generazioni che verranno dopo di noi un patrimonio di ricchezza pari a quello attuale vale a dire quelle conoscenze e quei beni ambientali e materiali senza compromettere l’esistenza delle future generazioni.

Pertanto lo sviluppo sostenibile potrebbe attuarsi attraverso:

  • Incentivi e agevolazioni fiscali ad aziende automobilistiche per la produzione e messa in commercio di automobili che funzionano con sostanze diverse dalla benzina (questo è il vero sviluppo anziché aiutare con i soldi dei contribuenti aziende a rischio fallimento);
  • Più pale eoliche soprattutto in quelle città più esposte ai venti,installandole lontano dai centri abitati;
  • Dotare tutti gli edifici pubblici di pannelli solari;
  • Dotare tutte le fontane pubbliche di rubinetti per evitare spechi;
  • Per le aziende produttrici di alimenti (pasta,farina,acqua,etc.) abolire gli imballaggi e vendere i loro prodotti in tutta Italia attraverso degli appositi contenitori di plastica installate nei supermercati, e permettere così al consumatore di erogare la quantità desiderata;

Un Italia pulita,leader nello sviluppo di sistemi alternativi di energia si può fare,basta un forte impegno insieme ai cittadini.

Rosa Valenti




permalink | inviato da rosa valenti il 5/8/2008 alle 11:8 | Versione per la stampa
Nucleare? No grazie
post pubblicato in cultura e società, il 31 marzo 2008


 

I soliti noti del centro-destra propongono il ritorno al nucleare, a questo punto è d’obbligo una riflessione.

La società in tutte le epoche storiche è sempre andata avanti e mai al ritroso,ritornare indietro significa essere conservatori è più precisamente rifiutare le scoperte tecnico-scientifiche fatte negli ultimi decenni

se ,ad esempio,noi chiedessimo ad un italiano vuoi ritornare alla candela anziché alla luce elettrica o ancora vuoi che ritornino i treni a vapore la risposta senza ombra di dubbio sarebbe un secco NO.

Dopo il disastro di Cernobyl del 1986 che dall'esplosione avvenuta all'interno del reattore liberò un'enorme quantità di radiazioni che si diffusero su gran parte dell'Europa,mi chiedo come si può fare una tale proposta?,ricordo che ancora gli abitanti dei paesi limitrofi portano ancora addosso le conseguenze del disastro.

Il mio sogno,come quello di gran parte degli italiani sarebbe quello di un Paese più pulito,

di un Italia capogruppo in Europa come paese ecologico che possa servire da modello non solo alle altre città europee ma anche a tutto il mondo.

Rosa Valenti


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. "nucleare"

permalink | inviato da rosa valenti il 31/3/2008 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
secondo me la politica....
post pubblicato in cultura e società, il 18 marzo 2008


 

La politica non deve essere fatta da sorrisi ammiccanti e promesse non mantenute,la politica è ascoltare tutte le categorie  sociali stare con e insieme alla gente.

Rosa Valenti




permalink | inviato da rosa valenti il 18/3/2008 alle 18:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Riflessione
post pubblicato in cultura e società, il 19 febbraio 2008


 

 

Pochi avranno la grandezza per raggiungere la storia, ma ciascuno di noi può agire per cambiare qualcosa nel mondo, e nell'insieme di tutte queste gesta sarà scritta la storia di questa generazione. “

John Fitzgerald Kennedy

Sfoglia marzo       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv